Parma, Chiesi lancia la sfida carbon neutral entro il 2035

Parma, Chiesi lancia la sfida carbon neutral entro il 2035

Il 25 settembre 2019 la Chiesi Farmaceutici, gruppo internazionale che ha l’obiettivo di migliorare la qualità di vita delle persone e firmatario del Protocollo Parma Futuro Smart, durante la settimana di mobilitazione globale dedicata ai cambiamenti climatici ha celebrato il We ACT- Day: We Actively Care for Tomorrow, un programma di sensibilizzazione e coinvolgimento di tutti i dipendenti per promuovere un modo consapevole e diverso di agire che abbia un impatto positivo sulla società e sull’ambiente.

La data del 25 settembre, è stata scelta perché coincide con l’anniversario della “nascita” dei 17 Obiettivi di Sviluppo Sostenibile (SDGs). L’evento, che ha avuto luogo presso l’Auditorium Paganini di Parma, si è svolto in contemporanea in tutte le 28 filiali del Gruppo.
Hanno partecipato oltre mille dipendenti, rappresentanti delle istituzioni del territorio e del mondo accademico, associazioni e testimonial del mondo dello sport. La giornata è stata suddivisa in tre parti con attività pratiche e mini-conferenze seguendo la linea del PSS – Piano Strategico di Sostenibilità adottato dal Gruppo, che si fonda su alcuni degli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile definiti nell’Agenda 2030 delle Nazioni Unite (SDGs). Al centro dell’evento i 9 SDGs che Chiesi ha scelto di adottare, integrandoli nel proprio piano strategico.

Tra le principali tematiche a cui si dedica il gruppo e che sono state al centro del convegno: salute e  benessere, inclusione sociale, attenzione al paziente, rispetto e tutela dell’ambiente, lavoro, innovazione, valorizzazione della diversità. E a parlarne e a portare la loro esperienza sono stati i dipendenti ed altri ospiti d’eccezione.
Il We Act Day fa parte di un percorso sinergico quotidiano tra Chiesi e i dipendenti di tutte le funzioni aziendali. Sono state molte le azioni intraprese dal Gruppo che hanno portato a cambiamenti tangibili: dalla riduzione del consumo di carta all’eliminazione delle bottiglie plastica, dall’adozione di materiali riciclabili all’utilizzo di energie rinnovabili passando per la promozione di mobilità sostenibile fino ad arrivare al mese del volontariato aziendale.

In questo contesto Chiesi ha anche lanciato sua sfida per la sostenibilità annunciando il proprio impegno a diventare carbon neutral entro il 2035, ad azzerare cioè il proprio bilancio di emissioni di gas ad effetto serra.
“Ora più che mai, tre anni dopo gli Accordi di Parigi e l’adozione dell’Agenda 2030 delle Nazioni Unite per lo sviluppo sostenibile, siamo consapevoli che ogni singolo contributo può avere un impatto globale,” conclude Maria Paola Chiesi, Direttore della Corporate Social Responsibility di Chiesi. “Le nostre azioni influenzeranno la salute e la sopravvivenza del pianeta in cui viviamo e di conseguenza la prosperità della società. In Chiesi siamo determinati a fare la nostra parte, contribuendo attivamente con le risorse a nostra disposizione, con impegno ed entusiasmo.”

Nel mese di maggio 2019, il Gruppo Chiesi è diventata la prima azienda farmaceutica globale ad ottenere la certificazione B Corp.