Il Comune di Parma vince il Premio PA sostenibile

Il Comune di Parma vince il Premio PA sostenibile

Il 23 Maggio 2018, nell’ambito del convegno “Italia 2030: come portare l’Italia su un sentiero di sviluppo sostenibile” al Comune di Parma è stato conferito un riconoscimento per Parma Futuro Smart, come miglior progetto nella categoria “Città, infrastrutture e capitale sociale”.

Il “Premio PA sostenibile” organizzato da Forum PA in collaborazione con ASviS (Alleanza Italiana per lo sviluppo sostenibile), aveva ottenuto 258 candidature (ritenute valide), tutte pubblicate sul sito www.forumpachallenge.it e tra queste, sono stati assegnati i riconoscimenti per i 100 migliori progetti.

Per l’occasione, il logo di Parma Futuro Smart è stato utilizzato, durante il week end del 26 – 27 Maggio, per la vestizione dei due risciò che prestato servizio in centro storico durante i P-Days (sperimentazione dell’area urbana a vocazione pedonale nel cuore della città).

L’iniziativa è stata pensata per restituire gli spazi del centro storico alla pedonalità e sperimentare l’attuazione di misure volte ad aumentare la vivibilità del centro cittadini, soprattutto in occasione di eventi e manifestazioni volti a rafforzare le capacità di “attrazione” e di accoglienza turistica della città: La notte del 3° giorno e Festival dello sviluppo sostenibile 2018.

FORUM PA 2018 è un grande percorso collaborativo di costruzione dell’agenda dell’innovazione per affrontare la nuova legislatura. E’ un’importante occasione per la realizzazione di un processo di advocacy partecipativo finalizzato a sostenere la centralità dei processi di innovazione in atto.

L’obiettivo è scongiurare un completo reset delle cose fatte e di sensibilizzare chi sarà deputato a gestire la modernizzazione della PA a non essere tentato da nuove rivoluzioni ma a condividere un percorso capace di valorizzare le cose già fatte ed individuare il metodo migliore per aggiungerne di nuove.

L’intera Manifestazione è un momento di confronto, elaborazione e proposizione che porterà alla redazione di un Libro Bianco da consegnare al nuovo Governo.